Nuovo Inizio (dMP)

Print Friendly, PDF & Email

La Pasqua ci parla di un nuovo inizio, ma per arrivare alla resurrezione bisogna passare dalla passione: mai paura siamo con Lui!

In questa settimana abbiamo ripercorso il terribile cam-mino di Gesù verso la croce. Egli ha dovuto sopportare non solo il dolore fisico ma anche il rifiuto del suo popolo, il tradimento di Giuda e l’abbandono dei suoi che si sono dispersi dopo il suo arresto. Nel momento della morte ha poi sperimentato una lontananza straziante dal Padre, che gli ha fatto gridare Dio mio, Dio mio, perché mi hai ab-bandonato, il lamento che apre il salmo 23. Da questo baratro di solitudine e di sofferenza lui risorge! Pensate a come dovevano sentirsi la Maddalena e l’altra Maria quel-la mattina. Nei loro occhi ancora vivissimo lo strazio della crocifissione. Il loro Gesù, il Maestro, la ragione della loro vita era morto goccia a goccia davanti a loro senza che potessero far nulla per alleviare anche solo un poco la sua inumana sofferenza. Nei loro cuori il vuoto di un fu-turo senza di lui, senza più speranza. Ed ecco Gesù venne loro incontro dicendo: «Salute a voi»! In un momento pas-sato e futuro scompaiono davanti al presente della sua resurrezione. Si può pensare ad una gioia più grande? Il buio della morte è cancellato dalla luce infinita del Risor-to. Il cielo tocca la terra e la rinnova, la fa rinascere. Il cuore di chi accoglie il Signore, il nostro cuore, diventa la gemma, il fiore, che annuncia una meravigliosa primave-ra. Il mondo ci parla di croce e di Calvario, tiene il nostro sguardo incollato a terra, ma Gesù ci offre di risorgere con lui, di aprire il cuore su un orizzonte infinito, di alza-re la testa vittoriosi sul male e sul peccato. Ecco la nostra speranza e la nostra gioia. Siamo certo ancora in cammi-no, dobbiamo affrontare la fatica del quotidiano col suo carico di inevitabile sofferenza, ma Gesù cammina accan-to a noi e ci guida verso la vittoria della resurrezione. La parola dell’angelo è rivolta anche a noi: non abbiate pau-ra! La resurrezione è la vittoria definitiva del Cristo che vince il mondo. Possiamo immaginare la corsa a perdifia-to delle due donne e la gioia del loro annuncio che è come un’esplosione tra i discepoli affranti e confusi. Viviamo anche noi l’esultanza della resurrezione. Il mondo non è più lo stesso, si è aperta la via al cielo, rinnoviamo la spe-ranza: il Signore è risorto!

LA SETTIMANA 2020
Num. 989 del 24 mag 2020
Pubblicati
IL PONTE
Num. 1 - Mar 2020
Pubblicati
Cappella Natività
Maria Santissima

Santa Monica

Casa Amica
Notiziario 1/2020
Pubblicati